Lo spazio

Un aspetto nuovo ogni giorno

Per la sistemazione di questi nuovi libri le Associazioni in collaborazione con il Comune di Marene hanno progettato un nuovo allestimento della sala “Francesco Vincesilao” (che entro l’anno verrà trasferita nel palazzo municipale) con l’intenzione di realizzare un ambiente piacevole e accessibile a tutte le esigenze.

Un programma che si pone obiettivi tanto ambiziosi e complessi necessita di una attenta progettazione dello spazio. Crediamo fermamente che l’architettura sia un efficace strumento di comunicazione e debba avere la funzione di affiancare e in qualche modo completare i programmi educativi che si svolgeranno all’interno di questo nuovo spazio.

La nostra fiducia nella spontaneità e nella partecipazione dei bambini ci ha indotti a immaginare un luogo di possibilità aperte e mutevoli.

Si è quindi scelto di ridurre al minimo gli arredi presenti nello spazio inserendo soltanto una libreria e uno scaffale per i giochi.

Costituito da due componenti, lo scheletro strutturale fisso e immutabile, saldamente ancorato al muro, al cui interno sono disposti libri e giochi si confronta con una serie di elementi mobili aventi funzioni differenti.

Quasi fosse un meccano gigante le parti mobili sono state concepite per essere manovrate e spostate a piacimento dai suoi utenti, possono essere usate come sedute, tavolini, da usarsi singolarmente o affiancati a comporre tavoli più grandi, possono essere contenitori, forme per costruzioni giganti o ancora, semplici moduli in grado di trasformare lo spazio in poche mosse. Per ottenere questa pluralità di usi abbiamo pensato di affiancare a elementi rigidi, in legno laccato, forme morbide in gommapiuma. Sulla scia dei giochi educativi froebeliani, usando questi blocchi morbidi i bambini possono rappresentare ciò che leggono o esprimere concretamente qualche loro pensiero o sensazione.

Si ringraziano per l'aiuto

Gli arredi sono stati realizzati da: